Login

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

NOTA IMPORTANTE: LEGGERE PRIMA DI UTILIZZARE IL SITO WEB: Questa politica illustra le modalità di utilizzo dei cookie su questo sito ed è soggetta a modifiche periodiche. Gli utenti saranno informati di eventuali modifiche in maniera adeguata, ad esempio con la pubblicazione della politica revisionata su questa pagina, completa della data dell'ultimo aggiornamento. Utilizzando il presente sito, l'utente acconsente all'invio di cookie sul proprio computer, in conformità con i termini della presente politica. Se non si desidera accettare i cookie da questo sito, si prega o disattivare i cookie o di astenersi dall'utilizzo di questo sito.

1. Che cosa sono i cookie?

Un cookie è una stringa di dati di solo testo, trasmessa da un sito web al file cookie del browser dell'utente, sul disco rigido del computer, e che consente il riconoscimento dell'utente quando visita il sito web, ricordando alcuni dei suoi dati. Tali dati possono includere le pagine visitate, le scelte effettuate dai menu, dati specifici inseriti all'interno di moduli e ora e data delle visite.

2. Tipi di cookie

Esistono due tipologie principali di cookie:

  • Cookie di sessione: si tratta di cookie temporanei, che scadono alla fine di una sessione del browser, cioè quando l'utente lascia il sito. I cookie di sessione consentono il riconoscimento dell'utente che naviga sul sito durante una singola sessione del browser e permettono un uso più efficiente del sito stesso. Ad esempio, i cookie di sessione memorizzano dati come l'inserimento di articoli all'interno di un carrello per gli acquisti online.
  • Cookie permanenti: al contrario dei cookie di sessione, i cookie permanenti vengono memorizzati sul computer per più di una singola sessione del browser, finché non scadono o non vengono eliminati. Essi consentono quindi al sito di "riconoscere" l'utente ad ogni accesso e ricordare le sue preferenze, allo scopo di offrire servizi personalizzati.

Oltre ai cookie di sessione e ai cookie permanenti, esistono altri cookie impostati dai siti che l'utente sceglie di visitare, come ad esempio questo sito web, che hanno lo scopo di fornirci dati o di fornire dati a terzi.

3. Uso dei cookie

Su questo sito web utilizziamo attualmente, e potremmo utilizzare in futuro, i seguenti tipi di cookie.

Utilizziamo i cookie di sessione per contribuire al mantenimento della sicurezza e verificare i dati dell'utente del sito web mentre visita le diverse pagine; in questo modo, l'utente non deve reinserire i propri dati ogni volta che visita una pagina nuova.

Utilizziamo i cookie permanenti per raccogliere ed elaborare dati aggregati in forma anonima a scopo statistico e di valutazione, per comprendere meglio le modalità di utilizzo di questo sito web e migliorarne la struttura.

 

Molti cookie sono concepiti per garantire all'utente un'esperienza web ottimale. I cookie vengono utilizzati per migliorare l'esperienza dell'utente durante l'uso del nostro sito web (ad esempio con cookie che rilevano se il browser dell'utente supporta funzionalità tecnologiche particolari). Questo consente, ad esempio, un caricamento più rapido delle pagine quando l'utente richiede il download di un file di grandi dimensioni.

 

Oltre ai cookie che ci trasmettono dati, utilizziamo cookie che raccolgono dati e li inviano a terzi. Un esempio di questo è Google Analytics. Usiamo Google Analytics per raccogliere ed elaborare dati quali il numero di visitatori del sito, il sito da cui provengono i visitatori e le pagine visitate. È possibile visitare il sito di Google per  informazioni sulla politica in materia di privacy di Google and information on e su come scegliere di non ricevere i cookie di Google Analytics. Nei casi in cui il sito consente l'impostazione dei cookie o l'accesso ad altri siti web dal sito aprendo i link forniti, gli operatori di tali siti web utilizzano i cookie nel rispetto della propria politica in materia, che può differire dalla nostra.

 

Come per i cookie di questo sito, l'utente ha la possibilità di bloccare i cookie di terzi mediante le impostazioni del proprio browser.

 

4. Rifiuto dei cookie di questo sito

La maggior parte dei browser di navigazione è impostata per accettare i cookie. Tuttavia, se lo desidera, l'utente ha la possibilità di disabilitare i cookie, generalmente modificando le impostazioni del proprio browser. È inoltre possibile configurare le impostazioni del browser per consentire l'accettazione di cookie specifici o per ricevere una notifica ogni volta che un nuovo cookie sta per essere memorizzato sul proprio computer, che consente di decidere di volta in volta se accettarlo o rifiutarlo. L'utente ha a disposizione diverse risorse per gestire l'uso dei cookie, ad esempio la sezione "Guida" del proprio browser. È inoltre possibile disattivare o eliminare i dati memorizzati utilizzati da tecnologie analoghe ai cookie, come gli oggetti locali condivisi (Local Shared Objects) o i cookie Flash, modificando le impostazioni sui "componenti aggiuntivi" del proprio browser o visitando il sito web dello sviluppatore del browser. I nostri cookie consentono all'utente di accedere ad alcune funzionalità del sito web; consigliamo pertanto di non disabilitarli. In caso contrario, è possibile che l'utente sia limitato nella propria interazione con determinate funzionalità o nell'uso del sito nel suo complesso.

FLORIANO ZAMBON

Consigliere

ALBERTO ZANARDO

Segretario Tesoriere

5 x mille

  • Giovedì, 09 Maggio 2013 21:20
  • Scritto da

FRANCESCO FREZZA

Consigliere

ROBERTO TOMADINI

Collaboratore

RENATO FORNACIARI

Vice Presidente

GREGORY ALEGI

Consigliere

PAOLO FRANZINI

Consigliere

Orari e Info

  • Sabato, 04 Maggio 2013 22:07
  • Scritto da

 

Dove Siamo

La struttura che ospita il Museo Jonathan Collection - Aerei Storici è ubicata a Nervesa della Battaglia, nel punto in cui la valle del Piave si apre nella pianura veneta. In questa particolare località posta ai piedi del Montello sorge un campo di volo la cui esistenza si intreccia in modo profondo con la storia dei luoghi che lo circondano e che sono stati il teatro di sanguinose battaglie aeree durante la Prima Guerra Mondiale. 

Campo d’Aviazione Francesco Baracca

Via Fra Giocondo, 8A

31040 Nervesa della Battaglia, TV 

 

Come raggiungerci

Puoi raggiungerci in Auto (Parcheggio Gratuito) oppure in Aereo.

Informazioni Pista

La pista del campo volo è lunga 1.100 m, completamente in erba ed ha un andamento parallelo al corso del fiume Piave. 

Coordinate Aviosuperficie: 45°53'14''N - 12°37'40''E

Orientamento Pista: 09 - 27 

La pista preferenziale per l'atterraggio è la 15 salvo vento sostenuto in coda. 

Non essendoci stazione radio seguire le procedure standard  per il volo a vista.

 

Eseguire il sottovento a  EST  della pista

 

Orari di Apertura

TUTTO L'ANNO

Sabato, Domenica e festivi

10:00 - 12:00 / 14:30 - al tramonto

Dimostrazioni in Volo su richiesta

 

A tutte le comitive interessate a visitarci, sarà sempre possibile concordare aperture straordinarie.

Siamo inoltre disponibili ad organizzare manifestazioni tematiche e/o eventi aziendali per i quali offriamo la ns. collaudata organizzazione.

 

Contatti

Per altre informazioni non esitare a contattarci!

Chiamaci al +39.340.3998101 

oppure compila la seguente form:

 

 

Hangar Bessoneau Tipo H

  • Sabato, 04 Maggio 2013 19:42
  • Scritto da

Gli aerei storici della Fondazione Jonathan Collection sono ospitati in un hangar Bessonneau della Prima Guerra Mondiale. 

Si tratta di uno dei più tipici esempi di architettura aeroportuale dei primordi dell’aviazione e probabilmente dell’unico esemplare originale al mondo ancora utilizzato per scopi aeronautici. 

È riconosciuto come bene di interesse storico-culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Gli hangar Bessonneau

Il Bessonneau è un hangar modulare, trasportabile, costituito da capriate e piedritti in legno e rivestimento in tela, con varii tipi di montanti esterni di controventatura. La struttura poteva essere montata in 48 ore da una squadra di 60 persone.

Il progetto è del francese Julien Bessonneau (1842-1916) e la prima installazione documentata risale al 1912, sul campo di Etampes. L’elemento base era costituito da una capriata in quattro pezzi della lunghezza complessiva di 20 metri. L’interasse tra le capriate era di 4 metri. La configurazione standard prevedeva 10 capriate. Variando il numero di baie si potevano adattare le dimensioni a quelle degli aeroplani o del luogo di montaggio.

Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale il Bessonneau divenne uno degli hangar più utilizzati dai paesi dell’Intesa. La diffusione pressoché universale ne rese la sagoma un elemento tipico del paesaggio aeronautico dell’epoca, presente in innumerevoli fotografie anche in località remote o esotiche quali Corfu (1915), Dar es Salaam (Tanzania, 1917) e Canada (1920).

Tra i maggiori utilizzatori degli hangar Bessonneau vi fu la Gran Bretagna, in una molteplicità di impieghi in configurazioni a 6, 9 e persino 12 baie. I reparti britannici impiegati sul fronte italiano portarono con sé i propri Bessonneau sui campi di Fossalunga, Istrana e Villaverla/Thiene.

La sostituzione con il nuovo tipo Bellman iniziò nel 1936, ma i vecchi Bessonneau restarono in uso per tutta la seconda guerra mondiale quando ospitarono tra l’altro le Civilian Repair Units addette alla riparazione dei caccia durante la battaglia d’Inghilterra. 

Anche dopo il secondo conflitto i Bessonneau rimasero sufficientemente diffusi da giustificare l’aggiornamento dei manuali sino al 1958 almeno e l’esistenza di un reparto dedicato al supporto di questi hangar, la Maintenance Unit 30 di Sealand, che effettuava tra l’altro la manutenzione semestrale di tutti i Bessoneau della RAF. La No. 30 MU chiuse nel 1988, portando alla decisione di eliminarli definitivamente.

Il Bessonneau in Italia

L’uso del Bessoneau in Italia è attestato a partire almeno dal 1916, in parallelo con il tipo Aviazione, di concezione nazionale, dal quale differiva sostanzialmente per la forma delle capriate.

Il numero dei Bessoneau utilizzati in Italia non è conosciuto, ma le fotografie mostrano un’ampia diffusione presso basi di aerei terrestri e di idrovolanti. Alcuni furono inviati anche in colonia: uno è testimoniato nel 1921 sul campo somalo di Omargergeb, vicino Mogadiscio. L’uso continuò per tutta la prima metà degli anni Venti.

Il nostro Bessonneau

La Fondazione Jonathan Collection dispone sul campo di Nervesa della Battaglia di Bessoneau Type H nella configurazione a 9 baie (10 capriate), di produzione britannica, acquistato nell’estate 2009 presso il Midland Warplane Museum (MWM). 

Nel 1992 l’hangar si trovava sull’aeroporto di Wethersfield, nell’Essex, ed era utilizzato dal No. 614 Volunteer Gliding Squadron dell’Air Training Corps per il ricovero dei propri alianti. Durante lo smontaggio a Wethersfield, su alcuni pezzi emersero le date 1940 e 1954, probabilmente indicanti interventi di manutenzione o riparazione. Secondo Chris Evans del MWM, il No. 614 VGS gli riferì che l’hangar proveniva “da Cipro” (verosimilmente la base RAF di Akrotiri), dalla quale era stato trasportato per via aerea con un C-130 Hercules. Al momento non sono note le date di presenza a Cipro e l’uso precedente.

In attesa di poter rimontare l’hangar, il MWM lo accantonò sull’aviosuperficie di Charity Farm, a Baxterley, nei pressi di Coventry. Nel 2009, di fronte alla difficoltà di reperire un luogo idoneo per il rimontaggio, il MWM decise di cederlo pubblicizzandolo su Ebay. 

La segnalazione giunse sino a Giancarlo Zanardo che ne decise subito l’acquisto nell’ambito del progetto Jonathan Collection. Durante l’ispezione la struttura appariva coperta da vasti rovi ma in buone condizioni generali di conservazione. 

Trasportato in Italia nell’ottobre 2010 con due autoarticolati, nei mesi successivi fu restaurato e rimontato a Nervesa.  La struttura è stata recuperata al 70%. Il rivestimento in tela, risalente agli anni Sessanta e oramai marcio per il lungo accantonamento all’aperto, è stato sostituito con uno moderno.

Torna alla lista

Menu Utente

Stato Abbonamento

 

Commenti

Sommario News Eventi